Search

Niente di personale.

Updated: Jun 3

– Eccoti finalmente! Il Sole è già alto e il mare questa mattina profuma in modo speciale: guarda che bella giornata!


– Ciao, Norbunoneba. Bella dici? Da quale punto di vista?


– Percepisco dell’ironia o sbaglio? Comunque, scegli tu.



– Che scelgo a fare se il Karma determina già tutto?



– Il Cosa è determinato ma il Come è indeterminato.


– Cosa, come: cioè?


– La Coscienza individualizzata, si manifesta su questo piano, compie un percorso esperienziale e, risolvendo l’alternanza tra i due poli, torna infine a fondersi con il Tutto

che l’ha proiettata, da cui in ultima analisi non si è mai realmente separata. Questo è il Cosa

ed è determinato. Ogni percorso è unico e personale, in parte determinato dalla Legge

del Karma, ma influenzato anche dal relativo libero arbitrio della Coscienza: questo

è il Come ed è indeterminato. Il Karma personale è un diagramma di flusso tra le due forze opposte che governano il Piano Duale. Ogni movimento influenza a cascata il seguente.

Per esempio: immagina di essere su una canoa alle sorgenti di un torrente di montagna,

del quale seguirai per forza il percorso fino al mare. Quello che è certo è che passerai rapide, rocce, laghi, bacini naturali e artificiali, fino a che il torrente non si trasformerà

via via in un fiume grande e pacifico e andrà a perdere la sua definizione di fiume gettandosi in mare. Questo è il Cosa ed è determinato. Ciò che è variabile e dipenderà da te è Come deciderai di farlo. Per esempio, potrai lanciarti con coraggio in uno slalom tra rocce e rapide o con terrore potrai tentare disperatamente di frenare la discesa. Potrai sbattere a ogni curva, lamentandoti delle onde e delle rocce o imprecando e maledicendo il fiume

e gli altri canoisti che intralciano il tuo percorso. Oppure potrai divertirti, gareggiando e giocando con i tuoi compagni, affrontando con fiducia ed entusiasmo ogni curva, imparando

a governare le tue emozioni e la tua canoa con abilità e maestria.


– Potrei anche non scegliere un bel nulla...


– Anche non scegliere è una scelta. Potrai non fare nulla, lasciandoti sbatacchiare qui e là

o potrai lasciarti cullare nei tratti più placidi, accettando ogni cosa. Dipenderà dalla tua personalità. Ognuno è diverso, perché ognuno è un’espressione unica e originale del Divino. Ogni diverso atteggiamento genererà una catena di eventi differenti. Se sbatterai contro

una roccia, ti farai male. Non solo, l’impatto influenzerà il movimento successivo, magari rimbalzerai duramente sulla prossima roccia o la colpirai solo di striscio. Oppure l’impatto

si rivelerà provvidenziale e ti farà superare con balzo un punto molto più pericoloso.

Di certo hai solo il terreno di gioco: il Piano Duale. Per il resto, la vita è quello che ci fai.

Le circostanze che ti agevolano o ti ostacolano sono il tuo Karma.


– Cioè, non c’è premio o punizione, ma solo l’effetto buono o cattivo causato dalle proprie azioni?


– Sì, niente di personale, ma attento a giudicare gli effetti: è difficile dire cosa sia per te realmente buono o cattivo. Nel Tao da un bene può nascere un male e viceversa, oppure, ciò che parrebbe un male su questo Piano di Realtà, potrebbe poi rivelarsi molto evolutivo

su quello della Coscienza. Solo Dio sa.


– Invece io non lo so: come faccio a scegliere ciò che bene per me?


– Chiedilo attraverso il Cuore, l’organo fisico direttamente collegato alla Coscienza.

Quando devi prendere una decisione, appartati in un luogo tranquillo, fai tre respiri profondi e rimani quieto. Con calma proietta nella tua mente la scelta che vorresti intraprendere

come se la stessi già vivendo qui e ora. Il Cuore risponderà realmente, come se invece

di una semplice proiezione mentale si trattasse già di realtà in azione. Se la scelta

che proietterai sarà in armonia con la Coscienza proverai una sensazione di espansione

e di gioia e sentirai il Cuore battere un po’ più forte, vitale, con gioia. È il segnale di via libera: significa che per te è una scelta evolutiva e vale la pena investire energia in quella direzione e che se saprai guardare oltre le difficoltà immediate e la paura dell’ignoto, avrai l’appoggio di tutto il tuo Essere, che è fatto dell’Amore che smuove le montagne.


– E se invece non fosse la scelta che fa per me?


– In tal caso, per quanto la Mente insista, cercando di convincerti con le sue motivazioni logiche, la sua morale e le sue regole, potresti sentire come un senso di costrizione, ansia, paura, accompagnato da tachicardia. Oppure percepire tristezza, rassegnazione, unita a battiti pesanti o deboli: quello sarà il segnale che per quanto la via contemplata appaia alla tua mente allettante, facile e razionalmente corretta, in realtà non fa per te, non è in armonia con l’Universo e con l’etica della Coscienza. Anche se tu non comprendi, la Coscienza

sa che quella scelta è fonte di errore, sofferenza, infelicità, perciò non supporterà con la sua potente Energia la tua scelta errata. Anzi, per avvertirti e guidarti invierà segnali di disagio che, se ignorati, in caso di forte disarmonia potranno manifestarsi simbolicamente come

una malattia del corpo fisico. Vedi? Puoi sempre scegliere.


– Se è così, giustamente ognuno raccoglie ciò che semina. Allora, aiutare qualcuno

che soffre, significa modificarne il Karma, interferendo con la Legge Divina?


– Qualcuno ha il Karma di soffrire, altri quello di poter lenire la sofferenza.

Il Cuore sa quando e come agire in armonia con la Legge: fai tre respiri profondi e,

se vuoi sentire, ascolta.


(Norbunoneba)


......................................................................................................................

Estratto da:

"L'APPRENDISTA ONIRONAUTA. Sogni lucidi come scoperta del Sé."

Bruno Banone / Mimesis Edizioni / 2014


Norbunoneba è il protagonista di questa storia iniziatica, un viaggio nel sé

vissuto attraversando una serie di sogni lucidi. Norbunoneba comunica ricorrendo

a teorie e metafore insolite e al linguaggio poetico, sollecitando sia la sfera intellettuale

e razionale che quella emotiva e intuitiva. Perciò questo libro è distinto in due parti:

il lato Yang raccoglie i dialoghi, il lato Yin le poesie.


Photo by web.

#elefantebianco. #brunobanone #taijiquan #qigong #apprendistaonironauta #sognilucidi #meditazione #norbunoneba


31 views0 comments

Recent Posts

See All